home > Comunicazione > PREMIATI DALLA PROVINCIA I MAESTRI DEL 2022 E 2023

PREMIATI DALLA PROVINCIA I MAESTRI DEL 2022 E 2023

Foto/Video

Per la prima volta, presso la Loggia di Fra Giocondo, consegnate dal Presidente della Provincia Flavio Pasini 17 medaglie e pergamene ai Maestri insigniti nel 2022 e 2023

È stata consegnata anche la medaglia alla vedova di Eugenio Grasso e di Matteo Zenatello ed ai figli di Mariano Bruno Guidorizzi, tutti lavoratori caduti sul lavoro e “Stelle alla memoria” recentemente consegnate direttamente dal Presidente Sergio Mattarella al Quirinale.

I Maestri del Lavoro della provincia di Verona sono stati ricevuti dal Presidente della Provincia di Verona Flavio Pasini presso la Loggia di Fra Giocondo, da poco restaurata e riaperta al pubblico per l'occasione. Ad accompagnare i neo Maestri che hanno ricevuto il brevetto nell'anno 2022 e 2023 è stato il Console Paolo Menapace. Erano inoltre presenti i Viceconsoli Alfredo Magnani e Sergio Bazerla, il segretario Flavio Sartori, il vice Walter Bighignoli, i consiglieri Daniele Lonardoni e Gabriella Ferrarini, l'Alfiere Giorgio Zanella.

L'occasione è stata propizia per consegnare diciassette medaglie fresche di conio con altrettante pergamene con il logo provinciale per i Maestri insigniti nel maggio 2022 e altrettante per i Maestri insigniti il 5 dicembre 2023.

Medaglie fresche di conio perché per Verona è la prima volta in assoluto che la Provincia premia i Maestri del Lavoro. In precedenza, era il Comune di Verona a compiere l'atto della consegna della medaglia città anche ai Maestri residenti fuori dal comune di Verona.

La Provincia di Verona non aveva a disposizione un sigillo o una medaglia e quindi il Presidente Pasini ha inteso farsi carico della realizzazione della nuova medaglia scaligera e della consegna.

Nell'occasione è stata consegnata anche la medaglia alla vedova di Eugenio Grasso e di Matteo Zenatello ed ai figli di Mariano Bruno Guidorizzi, tutti lavoratori caduti sul lavoro e “stelle alla memoria” recentemente 2023 consegnate direttamente dal Presidente Sergio Mattarella al Quirinale.

“Molti maestri, grazie alle iniziative promosse dal Consolato, si recano nelle scuole per aiutare i ragazzi ad orientarsi, a capire il valore del lavoro, per la propria realizzazione personale e per le nostre comunità – ha ricordato il presidente Pasini – segno tangibile della corrispondenza fra mondo del lavoro e quello della scuola, per una giusta crescita delle nuove generazioni. Un grazie particolare – ha soggiunto Pasini – ai familiari delle vittime sul lavoro perché oggi testimoniano quanto sia importante operare ancora di più e meglio sulla prevenzione e sulla sicurezza al fine di evitare tante morti che continuano ad interessare il nostro territorio.”

“Essere oggi qui, per noi, - ha esordito il Console Paolo Menapace – è un alto segno di distinzione e di merito. Il riconoscimento che oggi la Provincia di Verona consegna ai neo Maestri veronesi segna davvero una qualificazione ed il merito per chi ha saputo lavorare con perizia, laboriosità, impegno e moralità per far crescere il nostro tessuto economico e le nostre più significative imprese.”

Alla cerimonia sono intervenuti anche il Vicepresidente con delega alla scuola David Di Michele ed il Consigliere provinciale con delega all'Ambiente, Sergio Falzi.

MDL Sergio Bazerla, Console Emerito di Verona

Nelle foto: i Maestri premiati nella Loggia di Fra Giocondo con il Presidente della Provincia Pasini, il Console e i familiari delle Stelle alla Memoria (la vedova di Matteo Zenatello con i bamnbini)