home > Comunicazione > ASSEMBLEA DEI MAESTRI AL MUSEO DI CEPRANO

ASSEMBLEA DEI MAESTRI AL MUSEO DI CEPRANO

Foto/Video

Consegnati i riconoscimenti ai Maestri che hanno raggiunto 10, 15, 20 e 25 anni dalla nomina. Consegnate le Medaglie e Monete del Centenario e le tessere agli Amici dei Maestri

Testimonianza Formativa: messe in risalto le sessioni svolte nelle scuole primarie con il programma sulla “Storia del Volo” che ha entusiasmato gli alunni delle quinte classi

I Maestri del Lavoro del Consolato di Frosinone si sono ritrovati per il pranzo di Natale e l’Assemblea annuale. Una giornata iniziata presso il Museo Archeologico di Fregellae “Amedeo Maiuri” di Ceprano dove siamo stati ricevuti dal Vicesindaco Vincenzo Cacciarella, dall’assessore alla Cultura Prof.ssa Anna Celani, in rappresentanza del Sindaco colpito da attacco influenzale e dalla Dott.ssa Teresa Ceccacci direttrice del Museo.

La visita è stata una piacevole scoperta per tutti i partecipanti. Nel cuore della Ciociaria, in una insenatura tra i fiumi Sacco e Liri, all’ombra boscosa dei Monti Lepini, si stende dolcemente il paese di Ceprano: qui, già circa 400.000 anni fa visse Argil, il cosiddetto Uomo di Ceprano, che probabilmente si procacciava il cibo tra gli elefanti e i grandi felini che popolavano la zona.

Oggi Argil riposa presso il Museo di Paleontologia della Sapienza di Roma, ma a Ceprano il museo archeologico nella Villa Comunale racconta la storia di un’altra importantissima scoperta: quella dell’area di Fregellae, importante colonia latina, fondata dai Romani nel 328 a.C. in pieno territorio dei Sanniti.

Fregellae ebbe una grande importanza economica e militare, la cittadina fu distrutta dai Romani nel 125 a.C. da fedele alleata di Roma si era resa colpevole di aver capeggiato la rivolta dei coloni latini per il conseguimento della cittadinanza romana. Il sito archeologico sarà oggetto di una ulteriore visita in occasione della cerimonia di inaugurazione della nuova sede del Museo: Palazzo Ferrari, che il Comune ha ricevuto in donazione da una importante famiglia locale e, che sta ristrutturando grazie ad un finanziamento ministeriale.

La giornata ha poi vissuto un sereno e piacevole pomeriggio conviviale presso il ristorante “Colle Rosa” di Isoletta, con le prelibatezze preparate da Chef Antonio. Nel corso del pranzo si è provveduto alla consegna dei riconoscimenti al Maestri che hanno raggiunto 10, 15, 20 e 25 anni dalla nomina e alla consegna delle Medaglie e Monete del Centenario ai Maestri che le avevano prenotate e le tessere agli amici dei Maestri.

Il Console ha illustrato tutte le attività svolte nell’anno con particolare focus sulla attività di Testimonianza Formativa, mettendo in risalto le sessioni svolte nelle scuole primarie con il programma svolto dal nostro coordinatore Renzo Ruffaldi sulla “Storia del Volo” che ha entusiasmato gli alunni delle quinte classi. Menzione particolare alla Commemorazione dei Defunti del 18 novembre, che ha visto la partecipazione dei quattro Consolati del Lazio: Frosinone, Rieti, Roma e Viterbo, della Console Regionale Marisa Micheletti e del Consigliere Nazionale Giuseppe Miluzzo.

La Messa tenutasi nella magnifica Cattedrale di Santa Maria in Frosinone è stata officiata dal Vescovo delle Diocesi di Frosinone, Veroli, Anagni ed Alatri Mons. Ambrogio Spreafico, è stata molto partecipata, presenziata dal Sindaco di Frosinone Dott.  Riccardo Mastrangeli e da una rappresentanza dei Carabinieri della Compagnia Provinciale in rappresentanza del Comandante Colonnello Gabriele Mattioli.

MDL Lelio Martini Console Provinciale

Nella foto: Un momento dell’Assemblea, da sinistra Bassini Segretario Consolato Frosinone, il vice sindaco Cacciarella, Ceccacci, Celani e la cerimonia nella Cattedrale di Frosinone