home > News/Eventi > CONSOLATO PROVINCIALE DI PESCARA

CONSOLATO PROVINCIALE DI PESCARA

Mercoledì, 08 Luglio 2015

RISULTATI DEL PROGETTO - SCUOLA LAVORO E SICUREZZA

CONSOLATO PROVINCIALE DI PESCARA

RISULTATI DEL PROGETTO DELLA SCUOLA LAVORO E SICUREZZA NAZIONALE

È da poco finito l’anno scolastico che li ha visti protagonisti del progetto “Scuola Lavoro e Sicurezza-È nata una Stella per la scuola” (con risultati più che soddisfacenti), ma i Maestri del Lavoro del consolato provinciale sono già pronti a riprendere l’attività/lavoro per il nuovo anno scolastico 2015/2016 con alcune novità che appena superati alcuni accordi saranno comunicate.

Il progetto “Scuola Lavoro e Sicurezza” è stato attivato e svolto nel corso dell’anno scolastico 2014/2015 dai Maestri del Lavoro come da protocollo di intesa del 30 agosto 2012 tra il ministero dell’Istruzione dell’Università e la Ricerca e la Federazione Maestri del Lavoro d’Italia con il patrocinio di: Comune di Pescara, Provincia di Pescara, Camera di Commercio di Pescara, Confindustria di Pescara e Fondazione PescarAbruzzo.

Il responsabile e coordinatore del progetto è il console provinciale dei Maestri del Lavoro Luigi Clemente. Questi i numeri principali del progetto, ripreso a ottobre del 2014 e concluso nello scorso mese di maggio, con tante attestazioni di stima da parte delle autorità e dai dirigenti scolastici coinvolti: 11 istituti scolastici coinvolti, 93 classi, 1.809 studenti coinvolti, 35 incontri, 126 docenti presenti e 95 ore impegnate.

Rispetto al precedente anno scolastico (2013/2014) sono raddoppiati gli istituti scolastici partecipanti al progetto: Itis Volta di Pescara, Itcg Aterno-Manthonè, Itcg Marconi di Penne, Ipssar De Cecco di Pescara, scuola L.Antonelli di Pescara, scuola V. Antonelli di Chieti Scalo, scuola Mazzini di Pescara, scuola Croce di Pescara, scuola Alpi di Pescara, Istituto Tecnico Agrario Statale di Alanno e istituto professionale per l’Agricoltura e l’ambiente di Villareia di Cepagatti.

Il console provinciale Clemente, nell’evidenziare come il progetto sia andato ben oltre le aspettative, ricorda che la missione dei Maestri del Lavoro d’Italia prevede anche di diffondere la testimonianza dell’etica del lavoro alle giovani generazioni negli istituti scolastici, di organizzare attività socioculturali e visite ad aziende della nostra Regione.

Stampa la Pagina Salva la Pagina in PDF