home > News/Eventi > CONSOLATO DI BELLUNO

CONSOLATO DI BELLUNO

Mercoledì, 24 Giugno 2015

Una “borsa” per quattro studenti dai Maestri del lavoro

SEDICO/ Il lavoro visto dagli studenti: una borsa di studio per quattro ragazzi della Scuola del legno.

Il Consolato provinciale dei Maestri del lavoro di Belluno, presieduto da Edda Collazuol, grazie al contributo finanziario dei Cavalieri del Lavoro del Triveneto, al fine di incentivare gli allievi ad accrescere il proprio bagaglio culturale e professionale, ha infatti indetto un concorso riservato agli studenti delle classi terze della Scuola del Legno di Sedico e finalizzato all'assegnazione di quattro incentivi di studio del valore di 250 euro ognuno.

Gli studenti hanno svolto un tema dal titolo: “Il lavoro ieri e oggi: confronta il mondo del lavoro nel passato, ai tempi dei tuoi nonni e dei tuoi genitori, con quello presente, nel quale tu ti trovi a vivere. Fai le tue considerazioni e riflessioni sulla base della tua esperienza personale e familiare”.

I temi sono stati quindi esaminati da una commissione composta dalle docenti Patrizia Burigo e Francesca Bonetta, dal responsabile della Scuola del Legno Gianpiero Losso, dal direttore del Centro Consorzi Michele Talo e dal Console Provinciale Edda Collazuol. Sono risultati vincitori gli allievi Mattia Palman, Giacomo Specchier, Luca Cesca e Samuel Zasio.

Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti allievi, docenti e diverse autorità tra cui il sindaco di Sedico Stefano Deon, il Console regionale dei Maestri del lavoro, Renzo Pravisano, quello provinciale Edda Collazuol con una nutrita rappresentanza di maestri del lavoro e, in rappresentanza di Confartigianato Imprese Belluno, Antinesca De Pol e Ivano Giustozzi.

Negli interventi è stato sottolineato da un lato lo stretto rapporto che intercorre tra la lavorazione del legno e la provincia di Belluno,

dall'altro l'importanza di trasmettere ai giovani i valori fondamentali connessi al mondo del lavoro. I vincitori, dal canto loro, hanno illustrato ai presenti i loro elaborati, approfonditi dal punto di vista dei contenuti, originali nella scrittura e con spunti di riflessione degni di nota.

Stampa la Pagina Salva la Pagina in PDF